E ora alcuni semplici consigli per evitare i danni dell’articolo precedente!

Per il magsafe, il consiglio che vi diamo è quello di non abusarne, perché ogni volta che si collega il magnete si rischia di procurare dei microtraumi alla scheda madre, quindi usate anche delicatezza nel collegarlo.

Per ricordarvi la password del Bios, segnatevela da qualche parte dove siete sicuri di riuscire poi a recuperarla, altrimenti si può rendere necessaria la sostituzione del chip.
Ogni due anni possibilmente (ma sicuramente non oltre i 5) va cambiata la pasta termica, che è una “crema” che aiuta il calore a trasferirsi dal processore al radiatore e permette il giusto raffreddamento del processore ma anche della scheda video, come vi abbiamo spiegato qualche articolo fa. Se non viene fatta la manutenzione, la temperatura sulla scheda video aumenta e si crea il rischio di micro dissaldature, che possono portare il display ad avere i problemi notati nella Figura C dell’articolo sopra.

Per l’hard disk, quello meccanico tradizionale, l’unica accuratezza è quella di evitare cadute, ma vi consigliamo anche di controllare bene il raffreddamento pulendo le aperture d’aria ed evitando di ostruirle con cuscini o altri oggetti d’appoggio se si tiene il notebook sulle gambe. Troppo calore può danneggiare l’hard disk. Montare più di una RAM poi, potrebbe aiutare a stressare meno l’hard disk, riducendo il rischio di rottura.

Per la memoria, se volete fare espansioni o altre operazioni simili, cercate sempre di controllare che venga usata la memoria corrispondente perfettamente alle specifiche richieste. Può capitare di installare moduli che sembrano funzionare ma che in realtà non sono compatibili al 100% e portano a problemi random di difficile diagnosi.

Vi sono stati utili questi consigli? Condividete qua sotto con noi la vostra opinione, anche su Facebook, dove trovare sempre un’anteprima dei nuovi articoli.

Scritto da Redattore